I Profumi del Marmo_Esxence 2016 pt.III

I Profumi del Marmo_Esxence 2016 pt.III

In greco antico la parola marmo aveva significato di pietra splendente, così antico che numerose leggende ci conducono a questo materiale meraviglioso. Così incredibile da poter materializzare l’anima di ciò che era scolpito nella scultura… basti ricordare il famoso “Perchè non parli?” di Michelangelo Buonarroti rivolto al Mosè. Talmente reale, talmente vivo nel suo splendore che anch’egli ne rimase emotivamente colpito.

E se il marmo può rappresentare l’anima delle persone, può creare luce propria, allora può essere in grado anche di nobilitare una fragranza.

Sto parlando de I Profumi del marmo un marchio made in Carrara ovviamente, che dell’amore e dell’origine di questo materiale ne hanno inventato poesie olfattive.

Ebbene sì: dell’Amore, della poesia, della leggenda e della vita… perchè questo nobile materiale non è solo materia, è un brulicare di intense emozioni, anche profumate. Così Letizia Teglia decide di servirsi del Marmo per poter accompagnare – come un accordo melodico – le sue delicate e visionarie fragranze.

o.33906

Le cinque fragranze rappresentano una meglio dell’altra la quasi divina capacità di prendere qualcosa che già esiste in natura, di estremamente bello, ed intensificarlo. Con dolcezza, come la piacevole sensazione di scoprire ogni millimetro di questo materiale ed il suo essere effimero e allo stesso temo intriso di esistenza.

Sono BIANCO CARRARA, ARABESCO, STATUARIO, CALACATTA e, devo confessare, il mio preferito PORTORO i magnifici protagonisti del lavoro accurato ed ispiratissimo di Letizia.  La cura che emerge da queste eleganti composizioni è protagonista anche nel packaging che ricrea flaconi con tappi unici creati in marmo, nelle sue più ricercate varietà. Creato da mani artigiane e artistiche. Ognuno di essi è un’opera.

iprofumidelmarmo

portoro

Indossare una di queste fragranze è come indossare un invisibile abito di luce. Leggero, un velo profumato. Mi fa pensare alle venature del materiale, ci sono, tessono una trama…formano delicate texture, ma rimangono assolutamente incorporee, quasi volessero ognuna rappresentare una suggestione.

E, parlando di suggestioni, non facciamo altro che immaginare mentre annusiamo splendide fragranze. L’idea di un concetto ci attrae più del concetto stesso. Assorbiamo le emozioni di chi lo crea e solo se davvero sappiamo chiudere gli occhi, allora possiamo dire di aver vissuto una vera esperienza olfattiva.

Il Marmo. Un’idea. La fragranza. Un’orma emozionale.

scultura-bernini-mano

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box