MAI SENZA MAAI. BOGUE PROFUMO.

MAI SENZA MAAI. BOGUE PROFUMO.

Avete presente quella sensazione che si ha entrando in un luogo sacro? Quell’attimo in cui varcando la soglia ci avvampa l’intimità e la solitudine assoluta di quel luogo e in quell’attimo contendiamo noi stessi per un briciolo di coscienza in più. È il solo attimo che ci è concesso per chiedere una seconda possibilità. Ecco cosa ho sentito alla prima ‘annusata’ di MAAI la nuova fragranza di Bogue Profumo, e la prima non è bastata… le narici ormai del tutto incuriosite si sono lasciate trasportare da questa danza invisibile piena di senso fumigato, di legno impregnato di resina.
Avvolta in un manto appena canforato ho iniziato ad inspirare, dolcemente: eucalipto. Fresco, pungente.

Camminando in questo tempio soprannaturale la sensazione che si ha è quella di camminare a piedi nudi sul terriccio, come se ad ogni passo quel delicato affondare emanasse a piccoli getti profumo di fiori, di note speziate, profumo di natura intatta.

Ad occhi chiusi, inspiro ancora, e tutto inizia piano piano a scaldarsi attraverso un sottile giacere a mezz’aria d’incenso. Quel tanto che basta ad invitarti a meditare su quello che hai dentro e sulla nostalgia perfetta di ciò che è perduto.
L’anima di questa fragranza è un’ombra, un’ombra che si scalda ed arriva ad essere sensuale senza perdere il senno su quello che è spirituale. È un tiepido sfiorare sandalo, gelsomino, tuberosa… è una fragranza per la dualità dell’essere umano. Così terreno e così trascendentale. È MAAI.

Grazie ad Antonio Gardoni che ha saputo regalarmi questo magnifico viaggio.

MAAI SAMPLE

 

 

 

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Please type the characters of this captcha image in the input box

Please type the characters of this captcha image in the input box